Cos'è l'Ansia?

 

L'ansia è un'emozione caratterizzata da un senso di tensione, preoccupazione, minaccia e pensieri ossessivi  accompagnata da manifestazioni fisiche come l'aumento della pressione arteriosa, sudorazione abbondante, tachicardia, tremarella e senso di vertigini accompagnate da capogiri. Rispetto alla paura, che si riferisce ad un evento immediato, l'ansia compare nei confronti di un avvenimento non ancora manifestatosi, e sembra non aver connessione con nessun trauma specifico, diversamente dalla paura che si collega ad un episodio reale. In realtà l'ansia serve, se in giuste “dosi”, a mantenerci attenti, vigili e sul pezzo per affrontare al meglio sfide che il futuro ci riserva: purtroppo spesso questo sentimento va oltre il range utile, in quanto non riconducibile a traumi concreti.

Sintomi dell'Ansia

In generale l'ansia è accompagnata da sintomi psicosomatici che la caratterizzano:

  • Tensione muscolare e bruxismo (digrignare i denti)
  • Tachicardia, palpitazioni, battito accelerato
  • Cefalea
  • Aumento della sudorazione
  • Preoccupazione eccessiva e ricorrente accompagnata da pessimismo
  • Somatizzazioni nervose che si manifestano in “cattive abitudini” come la fame nervosa e il fumo
  • Sbalzi d'umore ed ipersensibilità ai cambiamenti
  • Insonnia con difficoltà di addormentarsi, difficoltà di concentrazione e memorizzazione.

 

Tipologie ansiose

Esistono diverse tipologie di manifestazioni ansiose che si contraddistinguono in base alla sintomatologia psicosomatica:

  1. Ansia da Panico: caratterizzata dalla paura di perdere il controllo, di non riuscire a prendere decisioni adeguate,  si manifesta con violente paure improvvise ed inaspettate, tanto che si può anche parlare di attacco di panico.
  2. Ansia da Stress: si manifesta con reazioni eccessive nei confronti di situazioni e stati emotivi stressanti (es: nuovo ruolo sul posto di lavoro); iperattività, tensione, rabbia e disperazione sono le sintomatologie più comuni.
  3. Ansia da Ossessioni: anche detto disturbo ossessivo compulsivo, il soggetto è pienamente cosciente di avere fisse e pensieri poco logici, ma non può farne a meno e quindi risulta dipendente da questo atteggiamento ansioso
  4. Ansia da Fobia: si identifica come una paura immotivata, irrazionale e senza controllo nei confronti di un'azione, di un'animale o un oggetto; la fobia semplice riguarda un oggetto o una situazione specifica, la fobia sociale si identifica nella paura del giudizio altrui, luoghi affollati o situazioni che possono comportare umiliazione pubblica.
  5. Ansia da Trauma: derivante da una causa scatenante ben precisa, è chiamata anche stress post traumatico, che rende il soggetto ipersensibile a stress esterni, insicuro e spaventato. Può riguardare lutti, violenze o incidenti gravi.
  6. Ansia da Pessimismo: si manifesta con pensieri pessimistici, catastrofici nei confronti del futuro, con la percezione costante debba succedere una disgrazia.

 

Tecniche di rilassamento per sconfiggere l'ansia: il Training Autogeno

 

Esistono delle tecniche di rilassamento mentale e fisico per gestire ed alleviare i sintomi psicofisici legati all'ansia e allo stress che aiutano a sgomberare la mente e ad attutire la sintomatologia, in modo da effettuare un vero e proprio training autogeno. Il trainig autogeno consta in diversi esercizi di concentrazione che si focalizzano su diverse parti del corpo allo scopo di ottenere un rilassamento generale a livello fisico e psichico; attraverso quindi esercizi mentali otteniamo modificazioni fisiche che influenzano così la nostra psiche.

Per effettuare gli esercizi di rilassamento occorrono alcune accortezze iniziali come cercare un luogo lontano da sollecitazioni, rumori e stress dove sia possibile concentrarsi su sé stessi, indossare abiti comodi e non costrittivi, ed infine assumere una posizione comoda (in genere supini).

 Queste tecniche di rilassamento agiscono su 3 livelli corporei:

  • l a muscolatura
  • il sistema cardiovascolare neurovegetativo
  • la respirazione

 

Esercizio della pesantezza

In primis per raggiungere il completo rilassamento è fondamentale la distensione della muscolatura scheletrica: visto che un muscolo disteso è un muscolo pesante il primo degli esercizi da effettuare è quello della pesantezza. Il soggetto deve visualizzare il suo corpo come pesante:

  1. Si parte cominciando a formulare mentalmente “il mio braccio destro è pesante” (ovviamente i mancini cominceranno dal sinistro)
  2. si continua con il braccio opposto
  3. si procede per step fino a visualizzare in maniera generale il proprio organismo come pesante

 

Esercizio del calore

Il secondo esercizio ha come scopo l'induzione di calore che, come nell'esercizio della pesantezza, focalizza il proprio corpo sempre più caldo a partire dal braccio principale per poi diramarsi a tutto l'organismo; questo obbiettivo è raggiungibile con la distensione della muscolatura che avvolge i vasi sanguigni.

Esercizio del cuore

Con uno stato di quiete già parzialmente ottenuto dagli esercizi precedenti, questo step accentua ulteriormente lo stato di calma: in questa fase il soggetto ripete mentalmente “il mio cuore batte calmo e regolare”. Questo esercizio è importantissimo in quanto la frequenza cardiaca è strettamente correlata alla psiche e, rendendola regolare, anche lo stato di agitazione tende a cessare.

Vengono fatti gli stessi esercizi sulla respirazione (si avverte un senso di calma crescente che sovrasta le angosce) e sul plesso solare (rilassando stomaco, intestino, fegato, pancreas, milza, reni e ghiandole surrenali). Mentre il rilassamento del corpo viene raggiunto dalla vasodilatazione, quello della testa avviene con la vasocostrizione (attraverso la formula “la mia fronte è piacevolmente fresca).

Al termine di questi esercizi si è raggiunto un senso di di distensione corporea, che si riflette a livello mentale con un'evidente sensazione di calma: il rilassamento ormai è completamente raggiunto e profondo.

 

 

IN ERBORISTERIA...L'ANSIA SCAPPA VIA!

Quando siamo ansiosi e stressati nel nostro organismo si abbassano i range di un neurotrasmettitore fondamentale, già presente nel nostro organismo: la serotonina.

A livello del sistema nervoso regola l'umore, il sonno, l'appetito, l'apprendimento e la memoria; al di sotto dei livelli fisiologici (tra 101 e 283 ng/ml di sangue) provoca depressione, attacchi di panico, emicrania, ipertensione ed insonnia.

Per incrementare i suoi livelli di è stato comprovato da molti studi l'utilizzo di seratoninergici (ovvero stimolatori della produzione di serotonina): Relive della Bio-Key Inc. è un prodotto contenete Latte d' Asina (naturalmente apportatore di triptofano) che stimola la produzione di serotonina, rendendoci naturalmente tranquilli; Ziziphus jujuba che coadiuva il rilassamento e il benessere mentale; Scutellaria baicalensis con azione rilassante e neuroprotettiva. Essendo in forma orosolubile il prodotto viene assorbito a livello della mucosa della bocca (altamente irrorata), esplicando la sua azione velocemente.

Il soggetto ansioso, spesso, tende anche ad assumere abitudini poco sane per scaricare il senso d'angoscia: fumo, fame nervosa, rosicchiarsi le unghie... In questi casi può essere utile un prodotto come Rianima della Denpas: con la sua alta concentrazione di Fitofarmattivi (con azione simil-farmacologica, agisce nell'immediato), il complesso MICOSTRESS (composto da Reishi, Hericium, Cordyceps), i probiotici e le vitamine del complesso B, agiscono in sinergia da una parte alleviando i disturbi di tipo psicologico derivanti dall' ansia con un'azione rilassante-equilibrante-tonificante, dall'altra con una profonda azione rivitalizzante e riparatoria del sistema nervoso, intestino e sistema immunitario in modo tale che l'organismo riesca a reagire autonomamente, riequilibrandosi ed armonizzandosi. 

 

 

 

 

Acquista subito i rimedi naturali per l'ansia a prezzo speciale!

 

In ogni caso, essendo la sintomatologia ansiosa differente da individuo a individuo, è fondamentale definire il piano d' azione caso per caso, in modo d'avere il massimo beneficio possibile ed evitare l'insorgere di controindicazioni. Da anni siamo specializzate ed attente al problema dell'ansia: contattaci subito per un consulto, un consiglio e una valutazione gratuita della tua sintomatologia così da poterti consigliare verso i rimedi più indicati ed efficaci.

 

CONTATTACI >>